Il Tenax organizza da anni una raccolta fondi per l’attività dei medici volontari dell’ospedale di Wamba, in Kenya, al confine con il Sudan. In questa struttura vanno ad operare gratuitamente (come tanti medici da tutto il mondo) anche i chirurghi fiorentini Roberto Santoro e Aimo Frittelli che promuovono la serata di solidarietà, per conto della Onlus di riferimento, la Wamba Athena.

Il Wamba Hospital è stato fondato negli anni sessanta dai “Missionari della Consolata”, al fine di soddisfare le esigenze della popolazione locale all’epoca isolata dal resto del paese. Nel 1969, il Dr. Silvio Prandoni, medico specializzato in malattie tropicali, ricevette dal Vescovo Mons. Cavallera l’incarico di organizzare e gestire l’ospedale. Oggi, l’ospedale dispone di 175 posti letto e offre ai suoi pazienti servizi di pediatria, ostetricia, chirurgia, radiologia, fisioterapia, terapia intensiva post-operatoria. Dispone inoltre di una farmacia in grado di produrre autonomamente i medicinali e di una clinica mobile per effettuare vaccinazioni, controlli prenatali, trattamento di patologie che non necessitano il ricovero, programmi educativi e di prevenzione su AIDS, TBC e malnutrizione. L’ospedale provvede al fabbisogno sanitario di circa 200.000 abitanti.

L’area di Wamba è caratterizzata oltre che dall’aridità del territorio, anche da una povertà diffusa e profonda. L’economia è basata sulla pastorizia nomade che vede i pastori in continuo spostamento alla ricerca di nuovi pascoli e le donne e i bambini lasciati soli nella miseria dei villaggi fatti di capanne di arbusti e sterco. In questo contesto, i bambini ricoverati nel reparto pediatrico dell’ospedale di Wamba sono circa 400 all’anno e sono di età compresa tra 1 e 12 anni, e in generale non sono in grado di pagare la retta giornaliera prevista.

Le malattie più frequenti sono la malaria, la broncopolmonite, le gastroenteriti e la debilitazione da malnutrizione, la TBC. Inoltre vi sono molte partorienti e bambini prematuri cui le famiglie non possono pagare la degenza.

Alle serate per Wamba hanno partecipato nel corso degli anni diversi artisti tra cui Piero Pelù, Bandabardò, Marina Rei, Dolcenera, Negrita, Gatti Mézzi, Beppe Voltarelli.

Dal 2007, il Tenax supporta campagne di raccolta fondi promosse da grandi associazioni come Emergency e UNICEF ed ha sostenuto i terremotati abruzzesi.


ATT
03.2014 / 04.2014

AIUTA LA VITA
Comitato costituito per aiutare un amico del Tenax rimasto tetraplegico a seguito di un incidente stradale.
02.2013 / 03.2014 / 03.2014

UNICEF
03.2010