13 Febbraio – Marco Faraone B2B Alex Neri + Mia Lucci

Questa volta parliamo prima di due dj che hanno fatto la storia del Tenax.

Marco Faraone sin dalle sue prime esibizioni è stato apprezzato dal pubblico per il suo stile, il suo carisma e la sua grande passione per l’elettronica e la musica in generale. Non è un caso se in breve tempo ha dovuto prendere i propri bagagli e partire per esibirsi prima in diversi club italiani e poi nel resto d’Europa, facendo diventare casa sua posti come il Panorama Bar e il Watergate di Berlino, il Cocoon di Francoforte, l’Egg di Londra, l’Output di New York e dividendosi poi anche tra diversi festival come Tomorrowland, Extrema Outdoor, East Ender, Barrakud, Day One, Klubbers Day, Ade, Electrosonic e diversi altri.
Il suo esordio è datato 2008 proprio su Tenax Recordings con il singolo “Arabia” che gli ha fatto riscuotere il meritato successo. Un anno dopo arriva il primo Ep intitolato “Want Life Time” che scala le classifiche e viene supportato dai migliori dj mondiali fino all’arrivo della hit “Strange Neighbours” con cui ottiene successo anche all’estero e inizia ufficialmente la sua carriera internazionale producendo per importanti etichette della scena underground.

Di Alex Neri potremo riempire pagine e pagine per raccontare la sua esperienza nel mondo dell’elettronica, dal suo esordio da giovanissimo fino ai progetti Korda, Kamasutra e alle ultime fatiche con i Planet Funk, ma diciamo la verità, con lui ci sentiamo a casa e dei suoi set non possiamo fare a meno; ha inventato la Nobody’s Perfect night e gliene siamo profondamente grati.

Ultimamente lo vediamo un po’ dappertutto per promuovere l’uscita del singolo “We People” assieme ad Alex Uhlmann, voce dei Planet, assieme a cui ha proposto alcuni interessanti dj set estivi. Esordire a 13 anni davanti ad una consolle nel club del padre non è da tutti, ma ad Alex non sembra sia passata la voglia di far emozionare i pubblico con la sua attenta produzione e la sua grande dote da remixer, basti pensare alla hit Tanto3 di Lorenzo Jovanotti e alla dedizione con cui si è messo a gestire la Tenax Recordings.

Non c’è niente da fare, è ancora lui il padrone di casa.

Stessa sera e stessa consolle anche per Mia Lucci, dj dal nome italiano ma dalla formazione internazionale che spazia da Sydney a Berlino ad Ibiza che non ha esitato anche a cimentarsi culle onde radio con un programma personale, dando prova della sua sapienza e della sua maestria nel selezionare house e techno per il grande pubblico.