23 aprile Marco Faraone – Leon

Leon, all’anagrafe Ruggero di Gianvito, è un Deejay e produttore musicale italiano e fa parte di quel gruppo di Deejay italiani che si sono distinti e apprezzati in di diversi locali sparsi in tutto il mondo. È anche un produttore di successo che collabora costantemente con le principali etichette discografiche internazionali, quali: International Freakshow, Cécille, Rebirth, Soweso, Deep Moves, Soma, Supernature, Noir e Viva.

Gli ascoltatori e gli addetti ai lavori ammettono senza problemi che Leon ha un buon orecchio per il ritmo, ma come tutti possono immaginare, per raggiungere la notorietà ha fatto molta esperienza nei locali della sua città riuscendo costantemente a migliorare la propria tecnica personale in tutti i campi d’azione musicale, ottenendo come risultato che i suoi dischi vengano suonati nelle grandi feste e che il suo nome abbia iniziato a girare e sia diventato conosciuto nel vorticoso mondo del clubbing.

La prima apparizione di Leon nei locali italiani risale al 2009, col tempo e grazie alla sua bravura, cresce in notorietà e conquista facilmente sempre nuovo pubblico iniziando a lavorare assieme a numerosi artisti come Audiofly, Felipe, Velenzuela e Ali Nasser collaborando anche per l’etichetta discografica Cocoon per la quale ha pubblicato il pezzo Rain In Rio che è entrato a far parte della compilation Green & Blue.

Ruggero ha cercato di reinventare il genere house, attirando accanto a sé un pubblico sempre più vasto ma anche importanti dj internazionali come Loco Dice, Luciano, Carl Cox e Ricardo Villalobos. Dopo quasi dieci anni di esperienza si esibisce in tutto il mondo, calcando i palchi dei più importanti club di tutto il mondo.

Marco Faraone sin dalle sue prime esibizioni è stato apprezzato dal pubblico per il suo stile, il suo carisma e la sua grande passione per l’elettronica e la musica in generale. Non è un caso se in breve tempo ha dovuto prendere i propri bagagli e partire per esibirsi prima in diversi club italiani e poi nel resto d’Europa, facendo diventare casa sua posti come il Panorama Bar e il Watergate di Berlino, il Cocoon di Francoforte, l’Egg di Londra, l’Output di New York e dividendosi poi anche tra diversi festival come Tomorrowland, Extrema Outdoor, East Ender, Barrakud, Day One, Klubbers Day, Ade, Electrosonic e diversi altri.

Il suo esordio è datato 2008 proprio su Tenax Recordings con il singolo “Arabia” che gli ha fatto riscuotere il meritato successo. Un anno dopo arriva il primo Ep intitolato “Want Life Time” che scala le classifiche e viene supportato dai migliori dj mondiali fino all’arrivo della hit “Strange Neighbours” con cui ottiene successo anche all’estero e inizia ufficialmente la sua carriera internazionale producendo per importanti etichette della scena underground.