30 Gennaio – Butch + Luca Donzelli

Butch ha ricevuto all’età di 12 anni il primo registratore di dischi di seconda mano. Lo ha messo nella sua stanza ed ha iniziato a metterci mano imitando tutti i dj che gli piacevano, quelli che sarebbero ben presto diventati suoi maestri.

Col passare del tempo ha continuato a divertirsi con la musica raggiungendo il successo come miglior Produttore secondo le riviste Groove e Raveline e diventando uno degli emergenti di punta secondo Resident Advisor.

“Tutta la mia influenza musicale arriva da mio fratello maggiore – ammette lo stesso Butch -, passando il tempo a registrare mix techno dalla radio mentre lui era fuori in qualche party notturno”. E le contaminazioni non sono mai state un problema per uno come lui: “Assorbo influenze e idee praticamente ovunque…se la musica ha diversi stili allora mi sento quasi in dovere di riproporli, di farli miei”.

Insomma sono più di vent’anni che Butch ha una sete instancabile di elettronica che lo ha portato ad esibirsi in club come il Desolat, il Cocoon, il Rekids ma gli ha anche fatto produrre decine di tracce che partono, ebbene sì, dai lontani anni ’90.

Nella stessa serata anche il nostrano Luca Donzelli, dj e produttore toscano 25enne, che in pochi anni si è consacrato sulla scena mondiale grazie ad importanti uscite su etichette come Titbit Music e Wow! Records, tanto da far nascere una collaborazione con Mar-t (proprietario della label Wow), che gli ha permesso di sbarcare nel panorama elettronico internazionale, esibendosi alla Sonar Week a Barcellona ed all’Amnesia di Ibiza, nel party di inaugurazione del 2014 – una consacrazione in grande stile.