9 gennaio – Ryan Elliott + Fabio Della Torre + Herva

Nato e cresciuto a Detroit, la patria della musica techno, Ryan Elliott è l’esempio di come sia possibile avvicinarsi all’elettronica senza mai mancare di rispetto verso i maestri del suono digitale degli inizi. Ma non stiamo parlando di sentimentalismi, il suo è un suono freddo e artificioso dove sono le linee di basso a farla da padrone e la house è ridotta all’essenza, un mix che colpisce al cuore ma soprattutto alle gambe.
Spesso si sente parlare di lui come di uno dei nuovi nomi di culto dei clubbers di mezzo mondo mondo ed in effetti ha tutte le carte in regola per dimostrare di esserlo.
Nel 2009 si trasferisce a Berlino dove approfondisce la sua passione per la musica dance e in breve tempo diventa il mattatore del Berghein / Panorama Bar, vale a dire la Mecca della musica techno in Europa e probabilmente nel mondo.
Nella stessa serata, suonerà anche Fabio della Torre che proprio in quel locale ha passato importanti momenti di formazione per la sua attuale carriera di produttore. Ma sono due mondi culturali-elettronici che non si escludono, Elliott in una recente intervista ha detto che gli piace creare un’atmosfera in cui nessuno fa da comprimario a qualcun altro: “Se avete “bookato” Ryan Elliott vuol dire che avrete il suo sound. Ma, dico anche, che è giusto prendere in considerazione l’apertura del dj, anche. A volte suono un pò più duro, a volte più house, a volte più deep. Dipende dalla notte e quello che penso che la gente vuole o ha bisogno di sentire – dice Elliott – . Così tante persone non capiscono quanto sia importante il set di apertura. Se è fatto correttamente si imposta la notte per fare grandi cose. Se è fatto male, può essere il contrario”.
Nella stessa serata ci sarà spazio anche per una delle più brillanti promesse dell’elettronica italiana: Herva, classe 1991, una manciata di EP alle spalle con le etichette europee più prestigiose e collaborazioni importanti. Un giovane fiorentino che è nel fiore dei suoi anni e della sua attività artistica, bravissimo batterista ma soprattutto un promettente producer dal respiro internazionale.