Fabio Florido al Tenax — Il primo sabato Nobody’s Perfect dell’anno

Fabio Florido al Tenax — Il primo sabato Nobody’s Perfect dell’anno Fabio Florido al Tenax — Il primo sabato Nobody’s Perfect dell’anno

Il primo sabato del 2018 targato Nobody’s Perfect è alle porte. Con ancora le grandi emozioni del party del 31 dicembre siamo prontissimi per partire con i grandi appuntamenti del mese di gennaio e in generale di tutto il nuovo anno.

Il primo ospite in arrivo sulla nostra consolle è Fabio Florido, oggi ve ne parliamo un po’, e insieme a lui c’è la carica dei Black Angus, il nuovo progetto dei nostri cari Benjamin PratesiSimone Romaniello.

Una cosa molto importante prima dei contenuti che andiamo a condividere:

Parte del ricavato della serata di sabato sarà devoluto alla famiglia di Niccolò Ciatti a sostegno delle spese legali.

Fabio Florido, le sue vibes spaziano dalla techno alla tech-house, anche se la sua ricerca musicale, che lo ha portato a trasferirsi a Londra e poi a Berlino, lo conduce spesso a sonorità avveniristiche mai banali. Ormai un punto di riferimento del clubbing, ha una vera e propria passione compulsiva per la produzione. Felici di incontrarlo sabato!

Recentemente, in merito alla sua formazione di vita, diceva in una intervista alla redazione di Soundwall:

Per parlarvi di come tutto è iniziato devo fare un salto indietro di circa undici anni. Una delle mie fortune è sicuramente quella di essere nato in Toscana a neanche 15 minuti dal Tenax e poco più dal vecchio Kama Kama. Questi due club hanno sicuramente contribuito a farmi innamorare del mondo della notte e della musica elettronica. Ogni sabato sera ero là in prima fila pronto ad assaporare ogni singola sfaccettatura della vita del clubber“.

Noi, quindi, siamo felicissimi ogni volta che ospitiamo un’artista che ha nel cuore il nostro mondo, fin da quand’era giovanissimo.

Clubbing e studi accademici (ha studiato al conservatorio) sono la forza di Fabio, trasferitosi a 21 anni a Londra, è stato il primo avanzamento per espandere i propri orizzonti sotto questi punti di vista. Nel 2013 vola a Ibiza, e la sua carriera impenna. Diventa il resident del club dell’ENTER, voluto fortemente dal suo mentore, ovvero Richie Hawtin.

Il suo particolare stile techno lo ha portato velocemente di fronte al grande pubblico dei festival come l’Awakenings, Tomorrowland e in club come Cocoricò, Ambasada Gavioli (Slovenia), Cacao Beach (Bulgaria) e molti altri.

In termini di produzioni, fortissimo anche lì. Seguendo il riconoscimento di alto profilo datoli da Richie Hawtin, Dubfire, Luigi Madonna e Sasha Carassi, sono seguiti molti EP e remix per etichette europee come la Black Swan, Night Light Records e Minus.

Qualità e divertimento assicurati. Non mancare!