Hollandiamo al Tenax

L’appuntamento di Sabato 7 Marzo al Tenax sarà l’occasione per conoscere due dei nomi più importanti e interessanti della sempre prolifica scena olandese: il veterano San Proper e il talento emergente Makam. Assieme a loro il nostro resident di fiducia: Alex Neri.

San Proper è un dj e produttore olandese, sicuramente uno dei più rappresentativi della scena dance underground di Amsterdam. Paladino e cultore di disco e house, promotore di serate come Black Disco Buts, San è attivo sulla scena da più di 15 anni. È conosciuto ed apprezzato per i suoi set house e disco, ma anche per la sua capacità di fondere fra loro generi e stili diversi, partendo dall’acid, fino all’afro beat.
Prestigiose le collaborazioni con Laurent Garnier, che ha realizzato un edit della sua “Magnificent speech funk”, Ricardo Villalobos,Tom Trago, Awanto 3 e Melon. Nel suo curriculum release su label come Perlon, Rush Hour e Dekmantel e remix per etichette come Bosconi, Hold Youth, Circus Company.
La sua formazione è da multi-strumentista con una band ska-funk olandese. Ancora oggi ama integrare software e computer con la suaa voce e sample di strumenti a percussione che suona in studio, insieme a parti di basso e chitarra. Da sempre lavora per promuovere la Disco. Prima con le serate Black Disco Bust, ora con quelle Italo Elite. “La disco è la madre della musica house, non si può apprezzare la figlia senza passare per la madre”, dice senza tema di smentita.
Il suo multiforme ingegno si esprime anche sotto altri moniker: Stepmother è un progetto mai pubblicato, con dj set che ruotavano attorno al dub e al raggae; Dirt Machine è un progetto che lo vede insieme a Tom Trago per proporre un mix di new wave, rock e disco. La ricetta che al momento pare rispecchiare meglio la sua vena artistica è House-deep ruvida, gioiosa di spirito funk e impreziosita da voci sussurrate calde e intense. Anche in studio non fa mancare la grinta e nel 2014 è uscito con bei singoli ed ep: “Leave It Up To All Of Us”, “The Culture” e “Yestoday” per Perlon.
Al Tenax presenterà, per la prima volta in Italia, il suo show solo live, cantando e suonando strumenti affiancati alla sua musica digitale.

hollandiamo-al-tenax_1

Guy Blanken in arte Makam nasce nei Paesi Bassi, dove conquista sin da subito la stima dei big a colpi di set scatenati e produzioni a cavallo tra deep moderna e influenze old-school. Nella sua terra d’origine guadagna la residenza al Dekmantel festival e nello storico TrouwAmsterdam, dove è reduce dalla chiusura definitiva.
Il dj olandese trova nell’house music il suo punto di riferimento, la reinterpreta, talvolta la stravolge con melodie da sogno come in “Images” dell’E.P “Dreams Of Tomorrow”, uscito su Suschitech nel 2012. Dal sapore decisamente più raw è invece la recente “Girls Night” contenuta nel mix “Panorama Bar Music 06″ di Ryan Elliott. Il 2014 è stato l’anno di “Amulett”, si tratta della label fondata dallo stesso Makam; la prima release “Loleatta” porta la sua firma, tre tracce ipnotiche tra vocal e sub-kick.