Il ritorno di Dixon al Tenax

Il ritorno di Dixon al Tenax Il ritorno di Dixon al Tenax

Dixon è da sempre in cima alle classifiche dei migliori dj del momento. Domani torna al Tenax l’artista tedesco, fra i più importanti e influenti al mondo. Il co-head di Innervisions inaugura il mese di marzo Nobody’s Perfect! insieme ad Alex Neri.

Ogni sua esibizione è come un viaggio dove nulla è lasciato al caso, ogni piccolo dettaglio ha come obiettivo quello di portare l’audience a esplorare ogni lato della house.

Noto per il suo stile ecclettico a tutto tondo, recentemente ha anche firmato la colonna sonora esclusiva per Givenchy di Riccardo Tisci per la stagione Autunno/Inverno 2016/2017 e un mese fa, per la sua sub-label solo vinile Philomena, sono usciti due nuovi remix raffinatissimi.

Anche se questa Boiler Room inizia ad avere la sua età, è del 2013, non ce la siamo sentita di lasciarla da parte: forse è una delle selezioni migliori della famosa piattaforma live streaming.

Quando Dixon entrò nel circuito dei club berlinesi nei primi anni ‘90, legò il proprio nome alla forza del suo essere dj. In un simile contesto non c’è modo per imparare velocemente come diventare un buon dj se non far sì che la gente balli un set che duri tutta la notte, su una base regolare. Se non riesci a tenere la folla per ore, allora tutto va a monte. Il problema è imparare facendolo.

Partendo basso, lento, aprendo il flusso, lavorando ora verso un picco ora verso l’altro, alzando, abbassando, a trovare il punto esatto da cui far vibrare il mood, a trovare il modo perfetto per concludere quella che potrebbe essere una durevole esperienza.

Una volta passato l’esame nella scuola nei night club dell’era a pieni voti, puoi contarci per sempre, e Dixon lo ha certamente fatto. I suoi set sono palesemente calibrati sulla versatilità tecnica e stilistica e su capacità, atteggiamento, resistenza ed esperienza dovuti all’affinarsi della tecnica durante le innumerevoli notti passate a dirigere una fedele folla nel dance floor.

Ore spese a trovare e selezionare la giusta musica per raggiungere l’intensità necessaria, ore spese a pianificare i programmi notturni e ore spese per metterle in azione. Dixon era ben felice di passare così le sue ore notturne, ha sempre preso seriamente il proprio lavoro. È sempre stato e sempre sarà un dj prima di tutto. Questa è la sua missione.

Risiede da anni fra le vette più alte della musica elettronica ma questo non basta per farlo smettere di essere un attivissimo artista sempre in grande attività. Sabato finalmente lo rincontriamo al Tenax. Insieme a lui Alex Neri, protagonista delle notti migliori del nostro club. Recentemente in un articolo a lui dedicato ci siamo un po’ aggiornati sulle good news che sempre ci porta. Non vediamo l’ora di incontrare entrambi domani sulla consolle.