Moiré: un’immersione in uno spazio multi-sensoriale

Con un solido background in architettura e design, Moiré è una delle migliori sorprese emerse negli ultimi tempi dalla sempre fervida scena inglese. Il suo album di esordio ‘Shelter’, una co-produzione Werk Discs e Ninja Tune, è già annunciato come uno dei dischi dell’anno, per la sapiente miscela di old school techno, convinta attitudine sperimentale e futuribili declinazioni soul. L’enigmatico producer britannico aveva esordito con l’eclettico ‘Never Sleep EP’ proprio sull’etichetta del caleidoscopico Actress per poi replicare gli unanimi consensi con ‘Rolx’, sull’olandese Rush Hour. Con questo nuovo lavoro scopre tutte le carte del suo talento, esibendo un suono maturo e sensuale, effettivo sulle casse in 4/4 quanto morbido nei trattamenti vocali, ombroso e sporco per risultare profondamente suggestivo.
Per _Underpop si presenterà, in anteprima italiana, con un nuovo live audio/video capace di immergerci in uno spazio multi-sensoriale avvolgente e irresistibile, pulsante di groove e astratte geometrie.
Prima di lui sul palco del Tenax lo showcase della neonata OOH Sounds, etichetta sperimentale legata ad Elastica Records, che introduce i live di Backwords (aka Pardo, storico chitarrista di Casino Royale) e del giovanissimo Bangalore con la loro futuribile visione del suono bass.
Gli onori di casa, come di consueto, li farà il dj resident Andrea Mi, portando lo spirito e i suoni della sua Mixology direttamente sulla pista da ballo dello storico club toscano.