Nessuno è perfetto ma Mathias Kaden ci arriva molto vicino

Artista eclettico e mutante, Mathias Kaden è uno di quei super-dj internazionali che potresti far suonare in qualsiasi situazione e a qualsiasi ora, avendo sempre la certezza di veder ballare ogni singola persona in pista. Questa sicurezza viene da una lunga e prestigiosa esperienza che il ragazzo di Gera ha costruito cominciando giovanissimo a lanciarsi nel mondo musicale. Affascinato dalle sonorità underground, a 14 anni acquista due giradischi e si innamora subito della nobile arte del djing e successivamente inizia a prendere confidenza con le prime macchine per la produzione.

Dagli esordi discografici su Vakant, l’etichetta che lo ha fatto conoscere al pubblico, passando per le storiche produzioni su Freude Am Tanzen (sia in collaborazione con Marek Hemmann che in Karocel, la band in cui mette in mostra le sue abilità di live performer) sino alle ultime compilation su Watergate Kaden è uno dei migliori artisti tedeschi in circolazione.
Il sound di Mathias Kaden è ispirato dalla house music degli anni ’90, privilegia le percussioni più selvagge e i ritmi quadrati, speziati da synths e giochi di bassi.

Oggi Mathias ha un curriculum che fa invidia a molti suoi colleghi, avendo solcato da headliner festival immensi come il Time Warp e i tempi della club culture come Amnesia (dove suonerà il 29 Settembre prossimo al “Cocoon Grand Closing“), Womb, Watergate, Harry Klein, Warung, Rex Club, The Warehouse Project e The Egg.

Sabato 10 gennaio Mathias Kaden suonerà al Tenax di Firenze, accompagnato dal nostro resident Marco Faraone.