Il ritorno di Honey Dijon al Tenax

Il ritorno di Honey Dijon al Tenax Il ritorno di Honey Dijon al Tenax

Questo sabato al Tenax è finalmente giunto il momento di rincontrarsi con una grande ospite che arriva dagli Stati Uniti, Miss Honey Dijon. Insieme a lei a fare gli onori di casa ci pensano Mass ProdBenji e Simone Romaniello.

Nella scorsa stagione abbiamo conosciuto per la prima volta la carica e l’energia che solo Honey può sprigionare alla consolle, e non ce lo siamo dimenticati, tanto che, in seguito il nostro rapporto con lei si è intensificato:  le sono stati affidati alcuni remix molto importanti di Tenax Recordings usciti di recente come ‘Double Faces’ presente nella release vinile di Marco Faraone. Un vero successo.

Nata e cresciuta a Chicago la culla della house, successivamente ha vissuto a New York per molti anni. Due città importanti per lei, le cui influenze sono la meravigliosa somma di background che due realtà del genere possono offrirti.

Durante i primi anni della sua formazione artistica ha la fortuna di conoscere Derrick Carter che di lì a poco diventa il suo mentore, introducendola alle sonorità underground della Jacking house e della Detroit techno. A New York i suoi legami si fondono con le influenze di un altro grande gigante della musica, Danny Tenaglia.

Amante del vinile, nei suoi set c’è qualcosa di estremamente autentico nel modo in cui Honey riesce a miscelare la carica della House Chicago con le sfumature classic di New York e anche alcune influenze europee. I suoi show sono noti per la loro forte impostazione, passione ed integrità.

L’arte del mixing stesso è molto importante per lei, chiunque abbia assistito alle sue abilità può testimoniare le sue grandi capacità e abilità nel creare dei flussi coinvolgenti che si fondono ipnoticamente tra House e Techno. Da anni sui palchi dei migliori festival e alle consolle dei club più interessanti della scena Underground. Felici di incontrala questo sabato.