Alex Neri, Bawrut e Space Plant, una notte tra presente e futuro della musica elettronica al Tenax

Alex Neri, Bawrut e Space Plant, una notte tra presente e futuro della musica elettronica al Tenax Alex Neri, Bawrut e Space Plant, una notte tra presente e futuro della musica elettronica al Tenax

Generazioni diverse a confronto, con la stessa passione per la musica e voglia di stupire il pubblico per un’altra magica notte targata Nobody’s Perfect.

ALEX NERI     

Non ha bisogno di presentazioni. A soli 13 anni inizia la sua carriera di DJ, passando presto dai club della Toscana a quelli nazionali, per esplodere successivamente in quelli europei, fino a fondare il progetto Planet Funk. Costruisce il marchio Kamasutra, sotto il quale usciranno pezzi di successo, e cura numerose produzioni che lo porteranno a far parlare di lui su diverse riviste del settore. Qua sotto potete ascoltare un suo mixato registrato per Radio Amblè:

 

 

BAWRUT  

Fortemente influenzato dal lavoro dei pionieri di Chicago, dei maestri europei affermati e di tutti i suoni che riesce a trovare su Internet o durante le sessioni di ricerca, il gusto di Bawrut coniuga una linea meravigliosamente equilibrata tra classici e brani nuovi di zecca. La sua è una corsa inarrestabile: due dischi immediatamente esauriti nel 2017, un nuovo EP “4×4” in uscita su Ransom Note, una nuova residenza al Mondo Disko di Madrid e date confermate per club e festival in tutta Europa.

SPACEPLANT

Spaceplant , compositore e dj Fiorentino dal sound psichedelico che oscilla dall’ambient alla Techno, unisce suoni naturali provenienti dalla Terra e dallo Spazio con suoni sintetici di macchine progettate dall’uomo. L’interazione tra i due mondi lontani, ma vicini, è l’essenza di Spaceplant, con un suono che ti catapulta oltre lo spazio conosciuto.