Chris Liebing al Tenax con Marco Faraone. La notte delle star.

Chris Liebing al Tenax con Marco Faraone. La notte delle star. Chris Liebing al Tenax con Marco Faraone. La notte delle star.

Sabato 17 Novembre si prospetta un Nobody’s Perfect! dalla carica inarrestabile grazie ai ritmi che ci porteranno Chris Liebing, nome fondamentale della techno tedesca, e il nostro Marco Faraone. Proprio così, ci attende una notte capitana da una consolle stellare!

Chris Liebing è un dj, produttore, presentatore radio con un suo show settimanale e la mente dietro alle etichette CLR e Spinclub Recordings. Nella sua carriera come dj il suo suono si è continuamente evoluto, pur mantenendosi fedele alle sue radici techno. Chris è anche stato uno dei primi dj a capire le possibilità offerte dallo sviluppo tecnologico, tramite il digitale, ed è riuscito ad utilizzarle sempre in modo creativo: la capacità di manipolare il suono in tempo reale infatti gioca un ruolo importante nei suoi set, e grazie alle soluzioni offerte dalla sinergia tra vari strumenti software e hardware, i suoi set risultano sempre avvincenti. È un dj richiesto in tutto il mondo e insieme al produttore olandese Speedy J è parte del progetto Collabs. Le sue produzioni e i suoi remix sono una presenza fissa nei set dei più grandi nomi della musica elettronica.

Tutto comincia nel 1990 nell’area di Giessen in Germania dove al tempo suonava principalmente hip hop, soul, pop e house. La sua crescente passione per la musica elettronica gli fa aprire un club nel 1994, lo Spinclub. Nello stesso periodo fa le sue prime esperienze in studio e insieme a degli amici fonda l’etichetta Soap Records. Il lavoro a Eye Q Records a Francoforte gli fornisce esperienza e gli permette di creare una rete di contatti nella scena techno. Quando viene chiamato a sostituire un amico al leggendario Omen, riceve un riscontro entusiasta da parte del pubblico presente: da quel giorno fino alla chiusura del club nel 1998, diventa quindi uno dei dj che suona regolarmente gomito a gomito con moltissimi dj internazionali.

Nel 1996 Chris lascia Eye Q e fonda la sua prima etichetta Audio. Prima della chiusura nel 1999, l’etichetta pubblica 17 tracce, tra cui Audio 07 e Audio 11, che ricevono risposte positive un po’ in tutto il mondo. Al contempo Chris sviluppa una nuova passione: nasce il suo primo show in radio Evosonic Update nel quale, ogni venerdì pomeriggio su Evosonic, dispensa al suo pubblico consigli sui migliori party e dischi in circolazione. Nel 1999 fonda la CLR, e nello stesso periodo cominciano a piovere riconoscimenti: da “best national dj” a “best remixer” e “best producer”.

A inizio del 2001 fonda la label CLRetry, dedicata esclusivamente ai remix, con la quale pubblica Marco Carola, Gaetano Parisio, Adam Beyer, Steve Rachmad, Speedy J., Chris Mc Cormack, DJ Rush, Ian J. Richardson e Ben Sims. Nel 2002 inizia a lavorare al suo primo album e va online il sito dell’etichetta CLR. Nel 2003 esce Evolution accolto sia dai media che dai critici con grande entusiasmo, e durante il periodo estivo comincia a suonare ad Ibiza, garantendosi 4 serate al Cocoon.

Negli anni seguenti, nel 2004 e nel 2005, è padrone di casa, insieme a Mauro Picotto, di Meganite al Privilege, che nel 2006 ospita anche la stagione estiva di Spinclub. Le serate dello Spinclub continuano poi allo Space. Ispirato dal successo riscosso dalle serate nel 2008 fonda l’etichetta Spinclub Recordings, e nell’estate dello stesso anno parte Spinclub Radio Show sulla stazione Ibiza Sonica che grazie al successo ottenuto gli garantisce uno slot settimanale su Ibiza Global Radio.

Dal 2005 Chris produce nel suo studio a Francoforte. Nello stesso anno nasce con Speedy J un’amicizia duratura e produttiva che risulterà nell’album Metalism su Novamute e molti singoli.

Il 2009 è un anno di cambiamenti per CLR: Chris Liebing e il suo team celebrano i 10 anni di attività dell’etichetta, decidono di rinnovarla, aprire un ufficio a Berlino, e di festeggiare questo importante traguardo con party nei migliori club e festival. Nel mentre la sua recidency allo Space di Ibiza è un grande successo. A inizio anno Chris comincia a curare un podcast settimanale di CLR, che attualmente conta più di 200.000 ascoltatori al mese. Rinomina ufficialmente CLR in CREATE LEARN REALIZE in modo da spostare l’accento dalla sua persona e metterlo sulle attività di cui è sempre stato appassionato.

Il 2010 per CLR inizia con una nuova distribuzione con Word and Sound. Il primo progetto che ne nasce è la compilation per i 10 anni di CLR con 10 tracce dei migliori produttori techno. Musicalmente CLR si amplia aprendosi anche a sonorità più sperimentali, cosa che fa acquistare all’etichetta ancora più seguito. Per dare spazio a produzioni musicalmente più complesse e orientate alla forma canzone, viene fondata la CLRX che inizia le sue attività pubblicando nel 2012 l’album dei MOTOR “Man Made Machine”.

Marco Faraone è un dj, produttore e musicista i cui set esplosivi gli hanno fatto guadagnare il rispetto dei suoi colleghi e hanno fatto in modo che fosse impossibile non accorgersi del suo talento.

Nato in Toscana, Marco Faraone cresce immerso nella musica: suo padre era un dj negli anni ‘80 e lavorava in una stazione radio locale, mentre suo nonno era un cantante popolare e un musicista. Circondato da influenze musicali tra le più varie, Marco inizia ad avvicinarsi ai dischi hip hop di Tupa e i Run DMC, per poi passare alla drum n bass quando aveva voglia di qualcosa di più strano. Il suo talento non passa inosservato e all’età di soli 14 anni riesce a essere chiamato per la sua prima serata.

Sviluppando il suo stile, Marco rimane affascinato dalla house degli anni ‘90 di Master At Work e Todd Terry, e dall’abilità di Laurent Garnier di suonare set sempre diversi con apparente facilità.

La maturazione delle sue capacità di produttore lo portano alla sua prima release nel 2008, Arabia, su Tenax Recordings. Sebbene il suo lavoro sia stato ricevuto molto bene, ci vuole ancora qualche anno prima che arrivi il suo “big break” nel 2010 con l’EP Strange Neighbors per Moon Harbour. Quando il boss dell’etichetta Matthias Tanzmann suona la traccia omonima di DC10 a Ibiza, si innesca una reazione clamorosa e il nome di Marco Faraone diventa noto a tutti.

Nel mondo si afferma come produttore di estremo talento, con release che spaziano dal calore di groove house analogici dell’EP Next Level, a ritmi techno inarrestabili e ipnotici dell’EP per Rekids e On Edge Society. Proprio grazie alla sua versatilità Marco Faraone è riuscito in poco tempo a pubblicare molto materiale su etichette diverse: Drumcode, Rekids, Ovum, Be As One, Sci+Tec, Desolat, All inn records, Holic Trax, Get Physical e Truesoul.

E come dj Marco Faraone è ugualmente indaffarato: la sua popolarità in Italia è chiara, da anni infatti è resident qui al Tenax – che, siamo orgogliosi di sapere, considera uno dei migliori club al mondo – sebbene la sua agenda sia sempre più piena e lo porti spesso a suonare in tutto il mondo, per fare alcuni nomi, per esempio, recentemente ha suonato in festival giganteschi come l’Awakenings, Caprices, Tomorrowland, Extrema Outdoors e Secret Solstice, negli eventi Elrow, all’Output, Spybar Chicago, Stereo Montreal e nel templi della techno di Berlino, il Panorama Bar e Watergate, oltre a mantenere per il terzo anno consecutivo la sua residency ad Ibiza per la serata di Marco Carola, Music On.

Avendo dimostrato il suo valore sia come resident che come headliner itinerante in giro per il mondo, inanellando molte date prestigiose e supportando i migliori nomi della scena elettronica, Marco Faraone decide di fondare la sua etichetta UNCAGE. La musica pubblicata su UNCAGE inizia subito a far parlare di sé e e attira l’attenzione della comunità musicale pubblicando artisti come Radio Slave, Skudge, Markus Suckut, Nick Hoppner, Marcel Fengler, Donato Dozzy, Eduardo De La Calle e ovviamente lo stesso Marco e dando a spazio a nuovi talenti come Hertz Collision e Pablo Mateo.

Siete pronti a lasciarvi andare sul dancefloor? Noi vi aspettiamo sabato con una consolle caldissima. Can’t wait!