Meff 2019 — Night Show al Tenax. Sintetizzatori modulari e viaggi cosmici

Meff 2019 — Night Show al Tenax. Sintetizzatori modulari e viaggi cosmici Meff 2019 — Night Show al Tenax. Sintetizzatori modulari e viaggi cosmici

Sabato 6 Aprile sarà una serata veramente speciale per Nobody’s Perfect!, il Tenax ospiterà infatti l’evento ‘Night Show’ della terza edizione di MEFF — Modular synthesizer Exhibition Fair in Florence, che per la serata prevede una line up di veri sperimentatori: Tulioxi, The Analog Session (Alexander Robotnick & Ludus Pinsky), Konstantin Gervis e il nostro Alex Neri.

Partiamo da Tulioxi, che ci presenta il suo nuovo Live Set. Un trip cosmico costruito attorno ad un sistema di sintetizzatori modulari e Laptop. Il repertorio Indie Disco \ Italo Disco del suo archivio più recente viene arrangiato per essere eseguito dal vivo in una performance durante la quale l’utilizzo di modular synth fornisce la libertà di costruire un tessuto sonoro fatto di bassi acidi, tappeti sonori lunari, ritmiche grasse ed effetti speciali. Il risultato è un sound design in tempo reale, capace di catturare il flow del momento.

Il suono che arriva al pubblico è il risultato di ciò che il pubblico sta dando all’artista, in un loop che rende l’esecuzione unica ed irripetibile. Un viaggio che parte lento per poi salire, traccia dopo traccia, in un flusso di musica sempre più avvolgente e frenetica.

Tulioxi si è affermato negli ultimi 10 anni come uno dei talenti più interessanti della nuova scena Italo Disco. Il suo lavoro è molto rispettato nella comunità internazionale Indie Disco e il suo nome è sempre stato largamente diffuso nella cerchia di DJ, Producers e addetti ai lavori.

Tulioxi è il classico artista amato da altri artisti senza essere ben conosciuto dal grande pubblico, è per questo che ogni performance risulta sempre una grandissima sorpresa. Le sue esibizioni sono una fusione iper dinamica di linee Acid Bass, Dark, Funk e Nu Disco guidate da una ricerca folle e costante.

The Analog Session è un progetto nato nel Febbraio del 2009 dalle menti di Maurizio Dami (aka Alexander Robotnick) e Lapo Lombardi aka Ludus Pinsky.

Inizialmente pensato come un progetto video, The Analog Session è diventato col tempo un album e una performance live. Per Alexander Robotnick e Ludus Pinsky, veri e propri pionieri italiani della musica elettronica, l’utilizzo di determinate macchine non ha a che fare con l’essere nostalgici di un’epoca, anzi, ha a che fare con la libertà e la possibilità di improvvisare e di evolversi che i computer spesso possono limitare.

Cavi, manopole, tastiere: sono elementi che subito vengono in mente quando si pensa all’analogico e sono effettivamente parte vitale del mondo improvvisativo di The Analog Session.

Il loro immaginario sonoro spazia dall’electro-disco alla techno in una progressione mai ripetitiva e che si apre alla melodia.

Konstantin Gervis è un produttore, un live performer e metà del duo techno berlinese ZV_K. Con il suo progetto sperimentale, Seventeen Migs Of Spring, è stato attivo dal 1999 al 2010, dal 2010 al 2013 ha registrato ed è andato in tour con il gruppo techno spagnolo Triangle Eyes.

Nel 2014 si trasferisce a Berlino per concentrarsi sul suo progetto personale, usando questa volta il suo nome, e per sviluppare ZV_K, il suo progetto in cui i modulari incontrano la techno, con Jessica Kert.

ZV_K si è presto imposto come uno dei progetti più coraggiosi, con i suoi set lunghi fatti di improvvisazioni con i modulari, e ha riscosso grande successo tanto da suonare in festival importanti come Berlin Atonal, Freqs Of Nature, Fuchsbau e Ars Electronica e in prestigiosi club in Europa, negli Stati Uniti e in Giappone.

Alex Neri inizia la sua carriera molto giovane, a soli tredici anni infatti suona già nel club di suo padre, per poi avventurarsi come dj nei vari club della Toscana. Sono gli anni della “new wave” / “electro funk” / “garage” / “house” e Alex diventa ben presto un nome conosciuto sulle migliori piste.

Di pari passo con la sua carriera da dj, si impegna insieme a Marco Baroni a costruire il marchio Kamasutra sotto il quale escono release che diventeranno successi su scala globale.

Progetto così influente che anche dopo molti anni continua a far parlare di sé su riviste rinomate come Dj Mag, che ha inserito Kamasutra, Korda, Holy Ghost (agua re) e Hadrian XII tra le migliori 20 tracce italiane degli anni ’90.

Nel 1999 nascono i Planet Funk che con il primo singolo “Chase the Sun” scalano le classifiche di tutto il mondo, a cui faranno seguito numerosi album e singoli si uguale successo e acclamati dalla critica, arrivando a pubblicare quattro album e un “Best Of”.

Una delle imprese di Alex a cui siamo più affezionati è “Tenax Recordings”, etichetta elogiata dal pubblico e addetti ai lavori, la cui prima release “Housetrack” è stata insignita nel 2004 del premio Siae per l’album più venduto per un’etichetta indipendente.
Sempre per Tenax Recording è la sua nuova traccia presente nell’ultimo EP dell’etichetta.

Ma il presente lo vede anche impegnato alla lavorazione del nuovo disco dei Planet funk, e alla realizzazione di un album di re-edits di tracce Italo disco degli anni ’80 e ’90.

Non possiamo che essere orgogliosi del lavoro di Tenax Recordings, che ha dato casa a una miriade di rinomati dj e produttori italiani come Federico Grazzini, Ilario Alicante, Luca Bacchetti, Philipp&Cole and molti altri.

Mentre continua a produrre e a lavorare su numerosi remix per molti artisti nazionali e internazionali, il cuore di Alex batte per il club, dove sente di esprimere l’amore della musica nella sua forma più pura.

Il 2018 si rivela per Alex un’ottima annata, piena di impegni che lo portano in giro per il mondo, infatti, oltre alla storica residency al Tenax, una volta al mese è protagonista al Paradox a Londra, e tra una “guest residence” e l’altra, il suo tour lo ha portato in giro per il mondo: al Papagayo Club di Tenerife per il nuovo format Italo / Iberico “+ 39”, al Mod Club di Marrakech in Marocco, e ovviamente in molte serate in tutta Italia, il tutto impreziosito da alcuni importanti set in streaming per House of Frankie, Ocean Dark Live per Void, Red Bull e 180gr.

Un dj sempre innovativo, i suoi set sono un incontro perfetto tra suoni sperimentali e la migliore house che si possa sentire sulle piste di oggi.

Con queste premesse non ci resta che aspettare sabato. Vi aspettiamo